Rifugio Rosalba dalle Foppe

Metà ottobre, previsioni di bel tempo e temperatura mite, è la giornata giusta per andare al Rifugio Rosalba.
Convinco facilmente Giulia e si parte.

Il sentiero si imbocca dal Pian dei Resinelli, in fondo alla strada che parte sulla destra della chiesetta.

Noi prese da chiacchere e speteguless perdiamo ben due volte i segnali, fortunatamente una coppia che cammina a qualche metro da noi ci richiama sul sentiero corretto.

La passeggiata è in stile Grignetta, quindi non lunghissima ma bella ripida, comunque meno di quello che porta al Bivacco Ferrari.

L’ultimo tratto di sentiero è sicuramente il più spettacolare perché ci si trova circondati da pinnacoli e torrioni che sembrano davvero messi li dagli alieni e dagli elfi.

In due orette di sentiero a tratti un pochino ripido, si arriva al rifugio, dal quale si può godere di una vista meravigliosa non solo sul lago e sulle montagne circostanti, ma sulle Alpi fino a vedere il gruppo del Monte Rosa.

La bellezza di questi luoghi così magici e spettacolari eppure così facilmente raggiungibili da Milano mi stupisce ancora una volta e decidiamo di prenderci almeno un’ora di pausa relax a osservare i colori e le geometrie incantevoli che ci circondano.

Distanza da Milano: circa 1 ora.

Difficoltà: media.

Caratteristica del percorso: non banale, solo a tratti impegnativo.

Ristori – acqua: nessun ristoro né fontanella sulla strada.

Arrivati in cima, c’è il Rifugio Rosalba con tutti i comfort 🙂